Come eliminare insetti e parassiti dannosi per l’orto e le piante in modo naturale

mag
2012
18

scritto da on Giardino

Nessun commento

OkNotizie

Il mio orto in questo periodo è infestato da piccoli insetti e parassiti che stanno completamente distruggendo tutto il mio lavoro, non volendo però utilizzare prodotti chimici nocivi per l’ambiente e l’ecosistema ecco qui alcune soluzioni naturali e biologiche che ho trovato.

Utilizzare altri animali per sconfiggere ospiti indesiderati

Favorire il proliferare di insetti utili, ossia coccinelle, lombrichi, api e libellule oppure ospitare un rospo costruendogli una tana di circa 30-40 cm coperta con pietre, come lui anche i gechi e i ricci vanno ghiotti di insetti, ma attenzione! I rospi mangiano anche gechi e topi, quindi non si possono adottare rospi e gechi insieme, in più questi animali possono correre rischi, ad esempio scappare ed essere investiti da auto o se utilizziamo particolari concimi potremmo danneggiare la loro salute, quindi cautela!

Gli infusi

Preparare diversi macerati con diversi vegetali come aglio, ortiche, assenzio, equiseto, rosmarino e peperoncino. Basterà mettere l’essenza scelta all’interno di un contenitore di plastica con dell’acqua, coperto con una retina in modo che non cadano dentro animaletti o foglie ma anche assicurandosi che il macerato abbia aria a sufficienza. Mescolare il composto una volta al giorno, dopo tre settimane sarà pronto e in seguito andrà conservato in un recipiente chiuso con coperchio.

Per quel che riguarda gli spicchi d’aglio, oltre a essere utili per preparare un buon macerato, si possono anche interrare alla base delle piante da proteggere ma se non si vogliono far sviluppare è necessario prima inciderli.

Prodotti pronti ad essere usati

- Alcol – diluire al massimo 3-4 cucchiai in un litro d’acqua, attenzione a non superare le dosi perché diventerebbe un erbicida micidiale;

- Aceto di mele – da utilizzare sempre diluito in acqua, adatto come funghicida;

Chiodi di garofano – acquistate l’estratto di chiodi di garofano (senza aggiunta di alcol) e utilizzare vari cucchiai per ogni litro d’acqua. È un repellente naturale per gli insetti volatili;

-Peperoncino – può essere utilizzato fresco o in polvere. Per utilizzarlo sotto forma di spruzzo, bisogna creare un mix di peperoncino in polvere e aglio, poi liquefarli e unirli a un tè di olio vegetale. Eccedete con l’aglio in modo da tenere lontani non solo i parassiti terrestri ma anche gli insetti volanti;

- Olio di semi o latte – per lavare le piante, utili a prevenire eventuali invasioni.

Insetticidi naturali

- D-limonene – sostanza estratta dalla buccia d’arancia e utile contro le formiche. Una volta spruzzato il d-limonene cancella le tracce di feromoni lasciate da alcuni insetti, così da disorientarli e scoraggiarli a fare ritorno nel nostro territorio;

- Terra di diatomee – seppur questa sostanza è naturale attenzione a non inalarla, si usa spolverata su siti infestati da formiche, scarafaggi, pesciolini d’argento, millepiedi, grilli, centopiedi e forbicine (i lombrichi sono invece immuni da questa strategia!) combattendoli per lungo tempo infatti rimane nel terreno per decenni. Non confondetevi e non comprate la terra di diatomea per la depurazione delle acque!

- Borace – è un cristallo morbido bianco, che si dissolve facilmente nell’acqua ed è venduto commercialmente di solito in farmacia completamente disidratato. Occorre mischiarlo con 1/4 di zucchero e cospargerlo nelle zone infestate da formiche e api;

- Bicarbonato di sodio, polvere di talco, aceto o candeggina – per tenere lontane le formiche cospargete uno di questi agenti in fessure o crepe;

- EcoPCO, Niban, Greenbug for outdoor – questi sono alcuni insetticidi naturali pronti all’uso esistenti in commercio.

Tags: , , , , , ,

Lascia un Commento