Quali sono i metodi migliori per contrastare l’insonnia?

L’insonnia, a lungo andare, può diventare un vero e proprio problema per l’organismo. Le sue cause sono diversi, ma ci sono vari metodi per contrastarla. Per saperne di più, basta continuare a leggere l’articolo.

Le cause, i vari tipi di insonnia e i suoi effetti

L’elenco delle cause dell’insonnia è sicuramente lungo. Tra quelle più note, si possono includere lo stress, l’ansia, l’abuso di alcuni farmaci o dell’alcool, disturbi del sonno (come l’apnea notturna), patologie di varia natura e, nel caso di alcune donne, la gravidanza o la menopausa. In alcuni casi, uno dei fattori di rischio è anche l’età: sembra, infatti, che dopo i sessant’anni.

Ci sono diversi tipi d’insonnia, a seconda delle sua durata, come l’insonnia occasionale, che dura pochi giorni ed legata all’ansia, il cambiamento di stagione, o alcune malattie, oppure l’insonnia transitoria, che può prolungarsi fino a tre settimane. Ancora più problematica, è l’insonnia cronica, che persiste per oltre tre settimane.

A sua volta, l’insonnia può provocare ulteriori problemi, cominciando dalla poca memoria e dall’incapacità di creare nuovi ricordi, in quanto il cervello non resta abbastanza a lungo nella fase REM del sonno. La privazione del sonno, inoltre, influenza anche il sistema immunitario dell’organismo, che si indebolisce e, se non si ricorrono ai rimedi, a lungo andare può essere una delle concause di malattie come l’Alzheimer o dello sviluppo di alcuni tipi di tumore.

Se all’origine dell’insonnia ci può la depressione, può accadere anche il contrario, ovvero che la riduzione del sonno porti alla depressione. Senza contare che chi non dorme abbastanza, può produrre un’ormone, la grelina, che aumenta il senso di fame e, di conseguenza, può portare ad una maggiore assunzione di cibo. Gli effetti dell’insonnia, si ripercuotono anche sulla pelle: non è insolito, infatti, che si vadano a formare delle occhiaie sugli occhi e la cute perdi tonicità.

I rimedi

Per questo tipo di problema, soprattutto se è di tipo cronico, è bene rivolgersi ad un medico, che potrà prescrivere la cura giusta, a seconda della causa dell’insonnia. Tuttavia, ci sono alcuni consigli da seguire, per contrastare questo problema.

E’ importante, ad esempio, cercare di alzarsi ed andare a dormire nelle medesime ore, e se capita di svegliarsi prima, rigirarsi nel letto è inutile, ed è quindi meglio svegliarsi. Se si ha l’abitudine di dormire di pomeriggio, è bene smettere.

Si dovrebbe evitare l’assunzione di bevande come il tè, il caffè ed alcolici, dall’effetto eccitante. E’ importante, anche fare dei pasti sani e regolare, abbinandovi anche una regolare attività fisica.

Un aiuto, può venire da alcuni tipi di tisane, da preferire alle bevande eccitanti già citate. Si può, ad esempio, preparare un infuso misto, preparato con due pizzichi di melissa, due di maggiorana, due di salice bianco ed uno di lavanda, lasciati per cinque minuti in una tazza d’acqua calda, bevendone una al giorno, dopo cena.

E’ sempre meglio ricorrere ai rimedi naturali, per un problema simile, ma se dovesse persistere, è meglio chiedere sempre al proprio dottore, che potrebbe anche prescrivere cure farmacologiche o altri trattamenti medici.

You May Also Like