Truffe booking: come evitarle?

Il booking, in pratica, è la prenotazione di una camera d’albergo o Bed&Breakfast, e ci sono agenzie di viaggio e siti online che si occupano sia di essa che dell’organizzazione del viaggio in generale. Purtroppo, può capitare di incorrere nelle truffe, ma ci sono consigli su come evitarle.

Le truffe di booking

Oggi è sempre più frequente prenotare voli ed alberghi online, per risparmiare tempi e soldi. Ma senza il supporto di un’agenzia di viaggi o un tour operator può capitare di diventare vittime di truffe. Con siti come TripAdvisor o di compagnie aree, come Ryanair, è difficile che capiti, ma ci sono comunque dei consigli da seguire.

Una cosa che sicuramente non bisogna fare, sia online che a delle agenzie, è di fidarsi di strutture a prezzi stracciati, magari accompagnati su dépliant o siti con foto bellissime, soprattutto se si tratta di case per le vacanze. Sulle pagine online, in particolare, è meglio richiedere delle fotografie in più, magari con degli interni dell’albergo che si sta pubblicizzando. Inoltre, queste strutture dovrebbe essere inserite nei principali circuiti di prenotazione online.

In questo caso, è bene verificare anche l’identità del titolare, compresi il suo IBAN, se viene richiesto un bonifico come pagamento, e cercare la struttura con Google Maps, per vedere se esiste realmente. Nel caso che il sito non fornisca questo genere di informazioni, o inventi delle scuse per non fornirle, è meglio evitarlo.

Si dovrebbero conservare tutti i documenti relativi alla prenotazione, dalla corrispondenza della contrattazione ad un contratto firmato. Quest’ultimo è importante, perché deve comprendere i dati dell’agenzia o del titolare della struttura prenotata, chiedendo sempre delle copie di documenti d’identità di entrambi.

Una cosa da fare, in ogni caso, è non rivelare i dati personali, fatta eccezione per quelli necessario ad effettuare la prenotazione ed il pagamento.

Cosa fare se si cade nella truffa

Purtroppo, può capitare lo stesso di rimanere vittime delle truffe di booking, e l’unica cosa da fare, è denunciare ai carabinieri o alla polizia postale. Una volta fatta la denuncia, si può presentare richiesta di rimborso alla banca, che potrebbe effettuarlo nel giro di un mese.

Online, chi ha subito delle truffe ha lasciato anche dei commenti, in siti o forum di viaggio, suggerendo come evitare alcuni siti e bloccare le carte di pagamento. Infatti, è meglio diffidare di chi richiede un pagamento completo anticipato, ed anche in caso di sospetto è bene segnalare alla polizia postale un sito poco affidabile.

You May Also Like