Partecipazioni matrimonio cosa scrivere: ecco alcuni consigli ed esempi

Quando una coppia decide di sposarsi, una volta stabilita la data ed il luogo in cui tenere la cerimonia, una delle prime cose da fare è scrivere le partecipazioni. Ma quali sono le migliori formule da usare? Per saperne di più, si può continuare a leggere questa pagina.

I temi ed altri consigli

Prima della formula da scrivere, è necessario scegliere il tema della partecipazione, e tale scelta si deve basare non solo sui gusti degli sposi, ma anche sul tema in generale del matrimonio e della location. Online se ne possono trovare diversi originali, come quelli basate sul tema della musica, realizzando locandine e biglietti che somigliano a quelle per i concerti, che danno un effetto vintage.

Chi decide di sposarsi e/o fare il ricevimento al mare, può inserire la partecipazione in piccole bottiglie di vetro, in modo da farli somigliare a dei messaggi lanciati in mare, scegliendo anche la carta giusta, in modo che sembri antica o rovinata.

Quando si preparano queste partecipazioni, bisogna sempre considerare se seguire le tradizioni o meno. Generalmente, questo compito spettava alla famiglia della sposa, o ai genitori di entrambi gli sposi, ma oggi sono questi ultimi a farne. Di solito, queste biglietti vanno inviati tre mesi prima, che sia per posta o per e-mail, a seconda delle preferenze.

Cosa scrivere

Il testo delle partecipazioni può variare a seconda delle scelte degli sposi o delle loro famiglie, ma generalmente i nomi degli sposi vanno messi all’inizio, uno a fianco all’altro del foglio. In una delle forme più “classiche“, il testo posto al centro può citare così “Paolo Rossi e Maria Diodati (questi due nomi da sostituire con i nomi degli sposi) annunciano il loro matrimonio che si terrà il giorno (giorno/mese/anno) alle ore 10.00 (ora da cambiare), a (scrivere l’indirizzo del luogo in cui si tiene la cerimonia), dopo la cerimonia gli sposi saranno lieti di salutare parenti ed amici presso (e scrivere nome ed indirizzo del luogo) alle ore 12.00 (sempre da cambiare)”.

Ci sono, poi, coppie che preferiscono toni più informali, e scrivono all’inizio della formula frasi tipo “ci sposiamo!”, ma quando sono i genitori a mandarli, esse iniziano con frasi “sono lieti di annunciare il prossimo matrimonio della loro figlio/a” seguita dal nome completo.

Chi, invece, vuole inviare una partecipazione “divertente“, oltre a scegliere un tema umoristico per il biglietto, può usare frasi del tipo: “Volete sapere l’ultima novità? Ci sposiamo il…”, “Ci sposiamo, venite anche voi?”. Innumerevoli sono, poi, le frasi romantiche da usare, magari tratte da citazioni di scrittori famosi, ma è bene che non siano molto lunghe, come queste:

  • “Se mai due furono una cosa sola, quelli siamo noi”, detto di un anonimo;
  • “L’amore non ha età, è sempre nascente”, di Blaise Pascal;
  • “Che l’amore sia tutto, è tutto ciò che sappiamo dell’amore”, di Emily Dickinson;
  • “Coloro che vivono d’amore, vivono d’eterno”, di Emilie Verhaeren;
  • “Le vere storie d’amore non hanno mai fine”, frase di Richard Bach.

You May Also Like

Utilizzando il sito, scrollando o cliccando qualsiasi punto della pagina accetti l'utilizzo dei cookie tecnici. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie tecnici per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi